LYRICS.AZ APPLICATION

Download from Apple Store
Download from Google Play

Tito Schipa Jr. - Sono Pa**ati I Giorni lyrics

A lasciarci dietro la città
per un week-end di libertà
non eravamo solo noi

Ma il ron-ron ipnotico che fa
il mio motore quando va

Forse il sogno d'esser soli al mondo
col crepuscolo per sfondo
ci portò

Marco accese un'altra sigaretta
poi il ta-klunk di una ca**etta
e quel flauto incominciò

Anna disse in fondo chi lo sa
guardate quelle case là

Forse siamo noi forse son loro
a spostarsi non è chiaro
e s'incantò

Il tuffo del sole
affogò le parole
laggiù giù con sé

Il viso di Sandra
si colorò d'ambra
noi in silenzio si guardò

Poi la prima stella che spuntò
verso la sera ci attirò

Ci attirò nella sera
La stradina che deviava ad est
oltre l'asfalto il fumo e il resto
ci raccolse e evaporò

Viaggiavamo sulla giusta via
quella che ognuno pensa è mia

Poi una rete a strascico di stelle
gli eucalipti della valle imprigionò

Resta la mia mano sul volante
il cuore batte poco più distante
è tutto quel che so di me e di quel che ho

La casina bianca si raggiunge
che è già notte da un bel po'

Canta un grillo la liberazione
ma una luce sul balcone
dice noLa casa viveva
qualcuno attendeva
qualcuno ma chi?
[Lyrics from: https:/lyrics.az/tito-schipa-jr/io-ed-io-solo/sono-pa**ati-i-giorni.html]

Pensieri già spenti
rinascono attenti
ritorna l'ombra di un perché

Spengo il mio motore
ed anche l'eco di un timore
ora si è spento

Apro la porta ed entro
Sono pa**ati i giorni
Questa è una canzone mai finita
cominciata e poi perduta
chissà quanto tempo fa

Restituita da una carta ormai ingiallita
e la grafia è la mia
ma ad un'altra età

Forse al tempo in cui la mia poesia
non tradiva una mania
d'eternità

Il Tempo che è un prestigiatore d'arte
ha continuato il gioco con le sue tre carte

Prima Adesso e Poi

Ha cristallizzato la sua scia
sui vetri e sulle porte a casa mia
non è così da voi?

E' così da me da me che scrivo
sempre meno bravo
a dire quel che ho

A dire d'un male
che amaro risale
dal fondo di me

Rileggendo quella strana
mia canzone ormai lontana
che non mi ricordavo più

Che ci fosse in quella casa
io non ricordo ma una cosa so
sono pa**ati i giorni

Son pa**ati i giorni in cui una gita
un tramonto e una nottata
in poesia mi torni

Ma in quei trenta versi io ve lo giuro
non so come ero sicuro

Che avrei dato un senso a ogni pensiero
e davvero non ci avrei pensato più.

Correct these Lyrics